Come eliminare i punti neri in modo naturale

Nonostante attualmente nel commercio ci siano molte possibilità per eliminare i fastidiosi punti neri, è risaputo che ci sono diversi rimedi completamente naturali in grado di dare un risultato di molto migliore persino rispetto ai costosi prodotti cosmetici. Quali sono? Scoprilo con noi.

Gli inestetici punti neri altro non sono che una forma d’ acne abbastanza comune. Tali punti neri si sviluppano in seguito all’ostruzione dei pori della cute con dello sporco: principalmente con le cellule morte e il sebo. Combatterli non è affatto così difficile come si potrebbe pensare a prima vista, ma serve certamente tempo e impegno, due elementi che non tutti vogliono utilizzare. Bisogna, inoltre, stare tranquilli: i punti neri non rappresentano un problema di salute, non un sintomo, né un sindrome. Il principale motivo per cui vogliamo sbarazzarcene è il fatto che sono brutti e inestetici. Se anche tu sei tra quelli che vorrebbero eliminare i punti neri una volta e per sempre, continua pure a leggere questa guida.

La cannella e il bicarbonato di sodio

Innanzitutto, sappi che esiste un modo abbastanza semplice per togliersi di dosso i fastidiosi punti neri e riguarda l’uso combinato della cannella e del bicarbonato di sodio. L’unione di queste due sostanze dà un effetto antibatterico e astringente molto forte. Questo aiuta a ridurre la presenza dei punti neri su una qualsiasi superficie della cute. Chiunque lo voglia può aggiungere alla miscela anche un po’ di limone e miele. In questo modo l’effetto viene ulteriormente potenziato e alcune persone hanno persino ammesso che l’aggiunta del limone o del miele aggiunge un tocco rivitalizzante all’effetto della miscela. Tutto ciò che ti serve è 1 cucchiaio di cannella, 2 di bicarbonato di sodio, mezzo limone e 5 cucchiaini di miele. L’impasto dev’essere abbastanza denso e il trattamento dei punti neri con questo metodo va ripetuto minimo 3 volte a settimana. I risultati saranno ben visibili già dopo qualche settimana di trattamento. Non ci sono particolari indicazioni in che periodo della giornata svolgerlo.

La papaya

Conosci la papaya? Si tratta di un frutto esotico che include la papaina, un enzima molto utile in quanto contribuisce al bilanciamento del pH della cute e in questo modo riduce l’eccesso dei lipidi contribuendo a eliminare lo sporco. Generalmente viene applicato sotto forma di una maschera che favorisce anche la rigenerazione cellulare, elimina le cellule morte e in contempo serve anche a pulire i pori della cute. In questo modo il viso viene lasciato particolarmente morbido e la pelle sembra addirittura brillare. Si consiglia di applicare la papaya fino a 4 volte a settimana.

La farina d’Avena

Se stai cercando un rimedio ai punti neri davvero molto utile ed efficace, non puoi proprio ignorare la farina di avena. Quest’ultima si addice alla perfezione a un qualsiasi tipo di cute ed è un esfoliante naturale che include tantissimi nutrienti che servono proprio a migliorare la qualità della pelle. La farina d’avena assorbe l’olio in eccesso e rimuove i punti neri in una maniera alquanto veloce. Va applicata tutti i giorni.

Aceto di mele

L’aceto di mele include una vasta gamma di composti acidi che, a loro volta, sono degli agenti antibatterici che hanno anche un’altra funzione particolare: servono a prevenire i comedoni (ovvero i famosi punti neri) e in contempo riducono l’eccesso di grasso nella cute. Per ottenere un buon risultato, però, devi applicare l’aceto di mele in maniera regolare, una volta ogni due giorni, facendo l’aceto agire per circa 20 minuti.

La farina di ceci

Infine, occorre ricordarsi anche del rimedio meno famoso di tutti: la farina di ceci. Anche quest’ultima è davvero ricca di vari nutrienti di qualità in grado di migliorare considerevolmente lo stato della cute. Anche questa farina assorbe il grasso, pulisce i pori e rimuove le cellule morte. In alternativa viene spesso usata per rimuovere dal viso i peli indesiderati, in quanto agisce in profondità della cute. Va utilizzata almeno per 3 volte a settimana.

Lascia un commento